Reti di impresa per l’artigianato digitale

artigianato digitale

Stanziamento disponibile : 9 milioni di euro

Soggetto Attuatore : MISE

Soggetti Beneficiari:

  • Reti di imprese
  • Assosciazioni temporanee di imprese
  • Raggruppamenti temporanei di imprese
  • Consorzi

a condizione che siano costituiti da almeno 5 imprese artigiane e non          piùm di 15, ovvero

microimprese in misura almeno paro al 50% dei partecipanti

 

Le Domande vanno presentate su piattaforma online dl MISE

I Termini e le Modalità per la presentazione sono ancora da stabilire con decreto attuativo direttoriale in uscita

 

Programmi Ammissibili

I programmi devono essere finalizzati allo sviluppo o alla creazione di :

  • centri per l’artigianato digitale, anche virtuali, in cui si svolgano attività di ricerca e sviluppo finalizzate alla creazione di nuovi software e hardware a codice  sorgentre aèerto, in grado di concorrere alla sviluppo delle tecnologie di fbbricazione digitale e di modalità commerciali non convenzionali, nonchè alla diffusione delle conoscenze acquisite alla scuole, alla cittadinanza, alle imprse artigiane e alle microimprese;
  • incubatori in grado di facilitare, attraverso la messa a disposizione di spazi fisici, di dotazioni infrastrutturali e di specifiche competenze, lo sviluppo innovativo di realtà imprenditoriali operanti nelòl’ambito dell’artigianato digitale;
  • creazione di nuiove realtà artigianali o reti manifatturiere incentrate sulla fabbricazione digitale;
  • condivisione in modalità open di informazioni, documentazione e dati inerenti a processi progettuali e produttivi, anche attraverso l’utilizzo di servizi digitali, con particolare riferimento a quellierogati in modalità “cloud”;
  • messa a disposizione delle tecnologie e dei servizi di fabbricazione digitale al fine di facilitare il passaggio dal concetto di prodotto alla sua realizzazione e vendita, con particolare riferimento a : modellizzazione e stampa 3D, strumenti di prototipazione  elettronica avanzata e software dinamici; tecnoòogie di open dardware, lavorazioni diditali quali taglio laser e fresatura a controllo numerico

I Programmi devono inoltre :

  • prevedere spese ammissibili, al netto dell’IVA, non inferiori a 100.000 eu e non superiori a 800.000 eu, nonchèuna consistenza del fondo patrimoniale comune almeno del  30% dell’importo di spesa del programma proposto;
  • essere avviati dopo la presentazione della domanda e comunque non oltre i 60 giornim successivi alla data di ricezione del provvedimento di concessione;
  • prevedere unas durata non inferiore a 24 mesi e non superiore a 36 mesi dalla data di ricezione  del decreto di concessione
  • essere localizzati sul territorio nazionale;
  • prevedere forma di collaborazione con istituti di ricecca pubblici, università, istituzioni scolastiche autonome ed enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo.

Spese Ammissibili:

  • beni strumentali nuovi fabbrica
  • componenti hardware e software strettamente funzionali al programma
  • personale dipendente del beneficiario nonchè personale dipendente delle imprese costituenti lo stesso, purchè formalmente distaccato ed a condizione che svolga la propria attività presso le strutture del beneficiario, entro il limite massimo del 50% dell’importo complessivo del programma
  • consulenze tecnico-specialiostiche, servizi equivalenti e lavorazioni eseguite da terzi, entro il limite massimo del 30% dell’importo complessivo del programma
  • materiali di consumo strettamente funzionali alla realizzazione di attività di ricerca, sviluppo e prototipazione
  • spese per la realizzazione di prodotti editoriali finalizzati alla diffusione, presso le istituzioni scolastiche autonome e gli Enti autonomi con funzioni di rappresentanza del tessuto produttivo, delle nuove tecnologie di fabbricazione e vendita digitale oggetto el  programma ammesso alle agevolazioni.

Agevolazioni           —– sono concesse nella misura del 70% delle spese                                   ammissibili, a titolo de minimis , composta nel                                               seguente modo:

  • 50% viene concesso sotto forma di finanziamento senza interessi, da rimborsare secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti scadenti, per una durata di 5 anni, a condizione che siano trascorsi almeno tre mesi dall’agevolazione, il 30 giugno e il 31 dicembre di ogni anno per un massimo di 10 quote di restituzione
  • 20% viene concesso sotto forma di contributo a fondo perduto in conto impianti e/o conto gestione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.<br>Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.<br> Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi