POR-FESR 14-20: Sostegno grandi progetti di ricerca

Por-Fesr

Por-Fesr 14-20: Avviso pubblico regionale per il sostegno a progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale delle imprese ed alle attività collaborative di R&S per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi

DI COSA SI TRATTA   —   La Regione Abruzzo concede aiuti per progetti di ricerca industriale e lo sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione di soluzioni, applicazioni, prodotti/servizi innovativi negli ambiti tecnologici individuati dalla Regione nella “Strategia Regionale di Specializzazione Intelligente, al fine di potenziare la competitività e la capacità di attrazione dell sistema produttivo escientifico regionale, accrescere la competitività e sostenere lo sviluppo di imprese esistenti, attraverso il sostegno il sostegno alla realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo sperimentle, in coerenza con le priorità fissate dalla strategia “Europa 2020” ed il programma “Horizon 2020”

La dotazione finanziaria è pari a 16 milioni di euro, ripartita su deu linee di azione:

  • Line di azione 1.1.4  –  Sostegno a progetti di ricerca delle imprese che prevedano l’impiego di ricercatori (dottori di ricerca e laureati magistrali con il profilo tecnico scientifico) presso le stesse imprese :  12 milioni di euro
  • Linea di azione  1.1.1  –   Sostegno alle attività collaborative di R&S  per lo sviluppo di nuove tecnologie sostenibili, di nuovi prodotti e servizi (realizzate dalle imprese in collegamento con altri soggetti dell’industria, della ricerca e dell’università, e dalle aggregazioni pubblico-private già avviate, come i Distretti Tecnologici, i Laboratori Pubblico-Privati e i Poli di Innovazione.

FINALITA’  –  Il presente bando intende :                                                         1.   Accrescere la competitività e sostenere lo sviluppo delle imprese esistenti, attraverso il sostegno alla realizzazione di progetti di ricerca e sviluppo sperimentale.                                                                                       2.   Valorizzare le competenze e le conoscenze presenti sul territorio, rafforzando la collaborazione  e la sinergia tra imprese ed organismi di ricerca, anche attraverso la creazione, il consolidamento e la proiezione internazionale di reti, cluster e partenariati pubblico.privati                         3.    Agevolare il trasferimento delle tecnologie nei processi produttivi, potenziando la qualificazione professionale del capitale umano attraverso l’attrazione e l’assorbimento  nelle imprese di ricercatori, giovani talenti laureati o diplomati tecnici ed apprendisti in alta formazione di ricerca.

 

A CHI E’ RIVOLTO    –    Alle piccole, medie e grandi imprese aderenti ad una aggregazione costituita ( RTI,ATI,ATS, ecc..) tra imprese o tra imprese e organismi di ricerca ( Università, Centri di ricerca pubblici – privati, Parchi scientifici e tecnologici o altri organismi di ricerca ).                           Il partenariato progettuale, oltre all’eventuale partecipazione di Organismi di Ricerca, deve essere composto da almeno 3 imprese di cui una almeno sia  una grande impresa.                                                                                   La partecipazione in collaborazione dovrà essere formalizzata attraverso la stipula di un Accordo di partenariato , prima della presentazione della domanda di partecipazione.                                                                           I soggetti beneficiari possono presentare un’unica domanda di finanziamento in qualità di soggetto proponente, per tutti i requisiti     .

 

INIZIATIVE AMMISSIBILI   –   Sono ammissibili esclusivamente progetti di ricerca Industriale e Sviluppo sperimentale delle imprese, coerenti con le traiettorie indicate per ciascun Dominio individuato  nell’ambito della strategia  RIS 3.                                                                                                   I progetti devono prevedere costi ammissibili non inferiori ai 5 milioni di euro e possono prevedere  entrambe le tipologie di  attività ( ricerca industriale, e sviluppo industriale), pur mantenendo una contabilità separata dei costi.  I progetti possono, inoltre, prevedere interventi a valere sulle azioni 1.1.1  e 1.1.4  oppure solamente sull’azione 1.1.4                                   Ogni progetto può beneficiare di un contributo massimo pari a 0,9 Meuro per l’azione 1.1.1 (relativamente alle spese per la contrattualizzazione di ricercatori per almeno 36 mesi) e 2,7 Meuro per l’azione 1.1.4 per un complessivo di 3,6 Meuro.                                                                                 L’aiuto è concesso in forma di contributo a fondo perduto.

 

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE  –   Il soggetto che intende richiedre le agevolazioni previste dal presente bando, deve inviare la candidatura alla Regione Abruzzo – dipartimento sviluppo economico, politiche del lavoro, istruzione ricerca e università  –  servizio ricerca e innovazione industriale, a mezzo apposita piattaforma informatica informatica.  La piattaforma di caricamento già attiva sino alle ore  12.00 del 45mo giorno successivo alla pubblicazione  —  il 22/12/2016  termine ultimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.<br>Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.<br> Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi