Legge di Bilancio 2020: prorogati il Credito d’imposta Sud, Bonus Sisma, Partecipazione a fiere internazionali

RAMSES GROUP NEWS n.52 – 11 Febbraio 2020

Credito d’imposta per partecipazione a fiere internazionali

Buone notizie dalla finanziaria 2020. Infatti, nella Legge di bilancio 2020 (L. 160/2019) al comma 300 dell’articolo unico viene prorogato anche per il 2020 il credito d’imposta  previsto per le imprese che partecipano a manifestazioni fieristiche internazionali di settore che si svolgono all’estero, relativamente alle spese per:

  • l’affitto degli spazi espositivi;
  • l’allestimento dei medesimi spazi
  • le attività pubblicitarie, di promozione e di comunicazione, connesse alla partecipazione.

Il credito era stato introdotto lo scorso anno dal cd. Decreto Crescita (DL 34/2019).

Attenzione va prestata al fatto che il credito d’imposta è riconosciuto nella misura del 30% delle spese sostenute, fino ad un massimo di 60.000 euro ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione. Viene chiarito inoltre che il credito d’imposta è riconosciuto nel rispetto delle condizioni e dei limiti della normativa UE in tema di aiuti de minimis.

Credito d’imposta Mezzogiorno: proroga nella Legge di bilancio 2020

Proroga di un anno per il cd. “Bonus Mezzogiorno” nella manovra 2020. In particolare, al comma 319 dell’articolo 1 della Legge di bilancio 2020 viene prorogato fino al 31.12.2020 il credito d’imposta  per le imprese che acquistano beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive delle regioni del Mezzogiorno: Campania; Puglia; Basilicata; Calabria;Sicilia; Molise; Sardegna; Abruzzo.

Il credito d’imposta compete nella misura massima consentita dalla Carta degli aiuti a finalità regionale 2014-2020, ovvero del:

  •  per le imprese situate in Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna:
  • 20 per cento per le piccole imprese;
  • 15 per cento per le medie;
  • 10 per cento per le grandi

Per le imprese situate in determinati comuni delle regioni Abruzzo e Molise, solo per le zone 107.3.a

  • 25 per cento per le grandi imprese3
  • 5 per cento per le medie imprese;
  • 45 per cento per le piccole imprese.

Nel comma 320 dell’articolo 1 della Legge di  bilancio 2020, il legislatore interviene in merito alla disciplina di favore per i giovani imprenditori nel Mezzogiorno, denominata «Resto al Sud», stabilendo che, per l’anno 2019 e per l’anno 2020, il requisito del limite di età, così come modificato dalla Legge di Bilancio 2019, e quindi compreso tra i 18 e i 45 anni , si intende soddisfatto se posseduto alla data del 1° gennaio 2019, data di entrata in vigore della L. 145/201

Fonte: Fisco e Tasse


DDL di Bilancio 2020: prorogati il Credito d’imposta Sud ed il Bonus Sisma per le imprese del Centro Italia

Le imprese che hanno effettuato investimenti in beni strumentali nuovi nei comuni del cratere a partire dal 6 aprile 2018 e per tutto il 2020 possono inviare la comunicazione di fruizione del credito d’imposta all’Agenzia delle Entrate.

DESCRIZIONE

La Commissione europea ha approvato il 6 aprile 2018 il regime di aiuto a sostegno della ripresa economica nelle regioni colpite dai terremoti del 2016 e del 2017. Il regime, che ha una dotazione complessiva di 43,9 milioni di euro, copre il periodo 2018-2019-2020.

L’aiuto assume la forma di un Credito d’imposta per tutte le imprese che effettuano investimenti iniziali nella zona, a partire dalla data di approvazione del regime. Il sostegno alle grandi imprese è limitato a un aiuto per la costituzione di una nuova impresa, la diversificazione dell’attività di un’impresa o l’acquisizione degli attivi di un’impresa che ha chiuso.

Sono interessati tutti i 140 comuni di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria inclusi nelle liste dei comuni colpiti dai terremoti del 2016 e del 2017.

SOGGETTI BENEFICIARI

Tutte le società ed enti titolari di reddito d’impresa ubicate nei Comuni delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria colpiti dal sisma ad agosto ed ottobre 2016 (art. 18-quater del decreto legge n. 8 del 2017).

Possono accedere alla misura agevolativa tutte le imprese che hanno effettuato investimenti in beni strumentali nuovi nei comuni del cratere a partire dal 6 Aprile 2018 e fino al 31 Dicembre 2020. 

L’agevolazione non si applica ai soggetti che operano nei settori dell’industria siderurgica, carbonifera, della costruzione navale, delle fibre sintetiche, dei trasporti e delle relative infrastrutture, della produzione e della distribuzione di energia e delle infrastrutture energetiche, nonché ai settori creditizio, finanziario e assicurativo. L’agevolazione, inoltre, non si applica alle imprese in difficoltà.

ATTIVITÀ AGEVOLABILI

Investimenti effettuati in macchinari, impianti e attrezzature varie, nuovi di fabbrica, relativi alla creazione di un nuovo stabilimento, all’ampliamento della capacità di uno stabilimento esistente, alla diversificazione della produzione di uno stabilimento per ottenere prodotti mai fabbricati precedentemente e a un cambiamento fondamentale del processo produttivo complessivo di uno stabilimento esistente.

Gli investimenti agevolabili sono quelli avviati dal 6 Aprile 2018 e realizzati entro il 31 Dicembre 2020.

ENTITA’ DELL’AGEVOLAZIONE

Il beneficio consiste nel riconoscimento di un credito d’imposta, da utilizzare in compensazione nel modello F24, la cui misura  è differenziata in relazione alle dimensioni aziendali:

  • 45% Piccole Imprese
  • 35% Medie Imprese
  • 25% Grandi Imprese

Si evidenzia che l’agevolazione NON è in regime de-minimis.

Tetto massimo per ciascun progetto d’investimento:

  • 3 milioni per le piccole imprese
  • 10 milioni per le medie imprese
  • 15 milioni per le grandi imprese

Il credito d’imposta è commisurato alla quota del costo complessivo degli investimenti.

MODALITÀ DI ACCESSO

La comunicazione la fruizione del credito d’imposta deve essere presentata su apposito modello all’Agenzia delle Entrate esclusivamente in via telematica. La data a partire dalla quale sarà possibile la presentazione della comunicazione per gli investimenti nei comuni colpiti dal sisma dal 24 agosto 2016, mediante l’utilizzo della versione aggiornata del modello, è fissata al 25 settembre 2019 (Provvedimento Agenzia entrate n. 670294 del 9 agosto 2019).

TERMINI DI PRESENTAZIONE

Le domande dovranno essere inviate entro il 31 dicembre 2020.

Fonte CONTRIBUTI NUOVA IMPRESA

Fonte immagine: Designed by yanalya / Freepik


RAMSES GROUP

Azienda leader nel campo della Finanza Agevolata
è l’interlocutore privilegiato nei rapporti con 
Banche, Enti ed Istituzioni

Dott. Alfredo Castiglione – Tributarista – Revisore Legale
Presidente RAMSES GROUP
cell 335 7141926 castiglione@ramsesgroup.it

Dott.ssa Lucia Di Paolo – Commercialista – Revisore Legale
Direttore RAMSES GROUP
cell 349 4734793 dipaololucia@gmail.com

RAMSES GROUP ha sede a Pescara, in Via G. Parini n. 21
Chiama per informazioni allo 085 9493758 – 085 9495867
oppure invia una mail info@ramsesgroup.it  Consulta le ultime news sulla finanza agevolata sul sito www.ramsesgroup.it

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.
Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.
Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi