Misure per le pmi nelle aree di crisi complesse

aree di crisi

LEGGE 181/91 – Progetti riconversione e riqualificazione industriale complessa di Val Vibrata – Valle del Tronto Piceno

La legge 181/89 è l’incentivo per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale e di settore.

Si finanzia iniziative imprenditoriali per rivitalizzare il sistema economico locale e creare nuova occupazione, attraverso  progetti di ampliamento, ristrutturazione e delocalizzazione.

Gli incentivi sono stati riavviati con la pubblicazione del Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 9/6/2015, con importanti novità:

  • ora sono finanziabili anche i programmi di investimento  per la tutela ambientale, il turismo e i progetti di innovazione organizzativa
  • la partecipazione  al capitale sociale da parte di Invitalia non è più obbligatoria

L’incentivo è rivolto alle imprese costituite in società di capitali, comprese le società cooperative e le società consortili.

Invitalia, è il Soggetto Gestore, valuta i progetti, eroga le agevolazioni e monitora l’avanzamento dei programmi di investimento.

Dotazione Finanziaria……………………………………………………

SONO IN FASE DI DEFINIZIONE GLI AVVISI PER L’AREA VAL VIBRATA

 

Territori Interessati:

  • 40  Comuni della  Regione Marche (province di Ascoli Piceno e Feermo)
  • 13    Comuni della Regione Abruzzo (provincia di Teramo): Ancarano,Civitella del Tronto, Sant’Egidio alla Vibrata, Valle Castellana, Alba Adriatica, Colonnella, Controguerra, Corropoli, Nereto, Sant’Omero, Torano Nuovo, Tortoreto, Martinsicuro.

 

Progetti Finanziabili

  • Programmi di investimento (creazione di impresa, creazione di nuova attività da parte  di impresa esistente, ampliamento/diversificazione di unità esistente, continuità aziendale tramite trasferimento d’impresa)
  • Programmi di investimento per la tutela ambientale
  • Processi di innovazione dei processi e della organizzazione

 

Programma Occupazionale

I programmi  devono essere correlati ad programma occupazionale finalizzato al mantenimento e/o incremento occupazionale, che ha rilevanza in fase di istruttoria di ammissibilità, in fase di valutazione dei progetti, in sede di quantificazione  dell’agevolazione per beneficiare di maggiorazioni di contributo. Per incremento occupazionale si intende l’aumento per effetto delle assunzioni a tempo indeterminato e a tempo pieno effettuate a seguito del programma di investimenti ammesso a finanziamento, del numero dei dipendenti rispetto all’organico medio dei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda.                                                                       L’impresa deve dimostrare la realizzazione del programma occupazionale previsto dal progetto entro la fine di quest’ultimo e comunque non oltre i 60 giorni successivi.

 

SPESE AMMISSIBILI

A) Programmi di investimento produttivo:

  • suolo aziendale   e sue sistemazioni (limite 10% dell’investimento) complessivo)
  • opere murarie e assimilate e infrastrutture specifiche aziendali (limite 70% per le attività turistiche, per le altre attività limite 40% dell’investimento complessivo)
  • macchinari, impianti e attrezzature varie
  • programmi informatici
  • immobilizzazioni immateriali (limite 50% dell’investimento complessivo)
  • spese relative a consulenze connesse al programma di investimento produttivo (solo PMI)
  • NON SONO AMMESSE le spese relative ai beni acquisiti con il sitema della  LOZIONE FINANZIARIA , DEL LEASING E DEL LEASE-BACK

B) Programmi di investimento per la tutela                                                          ambientale:

  • Sono considerati agevolabili i costi di investimento come determinato dal regolamento GBER

C) Progetti per l’innovazione dell’organizzazione:

  • Personale dipendente limitatamente a tecnici, ricercatori e altro personale ausiliario, nella misura in cui sono impiegati nelle attività di progetto
  • strumenti attrezzatura di nuova fabbricazione, nella misura  e per iol  periodo in cui sono utilizzati nel progetto
  • ricerca contrattuale, quali conoscenze e berevetti, nonchè servizi di consulenza e altri servizi utilizzati per lo svolgimento del  progetto

 

Forma e intensita’ del progetto

Gli investimenti devono prevedere spese per almeno 1,5 milioni di euro

le agevolazioni finanziarie possono coprire fino al 75% dell’investimento ammissibile (50% mutuo agevolato–50% fondo perduto)

  • contributo a fondo perduto impianti
  • contributo a fondo perduto alla spesa
  • finanziamento agevolato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.<br>Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.<br> Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi