Incentivi alle imprese: da Resto al Sud a Cresci al Sud

Proroga di un anno del credito d’imposta per investimenti nel Mezzogiorno, rafforzamento della Sabatini e del credito d’imposta per le attività di ricerca e sviluppo e lancio del nuovo fondo denominato «Cresci al Sud» sono le principali misure per stimolare la crescita del Mezzogiorno, che porta in dote il disegno di legge allo studio del governo sulla manovra per il 2020. Oltre a questo, sarà ampliata la platea dei beneficiari della misura Resto al Sud e sarà rafforzato lo strumento delle Zone Economiche Speciali.

Un anno in più per il

credito d’imposta sugli investimenti

Il credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno, attualmente vigente per gli investimenti effettuati fino al 31 dicembre 2019, trova un anno di operatività in più grazie alla manovra per il 2020. Il provvedimento estenderà l’agevolazione agli investimenti da effettuare fino al 31 dicembre 2020.

L’agevolazione è destinata alle imprese che effettuano l‘acquisizione dei beni strumentali nuovi destinati a strutture produttive ubicate nelle zone assistite delle regioni Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia, ammissibili alle deroghe previste dall’articolo 107, paragrafo 3, lettera a), del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea, e nelle zone assistite delle regioni Molise, Sardegna e Abruzzo ammissibili alle deroghe previste all’articolo 107, paragrafo 3, lettera c), del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea.

Sostiene l’acquisto, anche mediante contratti di locazione finanziaria, di macchinari, impianti e attrezzature varie, destinati a strutture produttive già esistenti o che vengono impiantate nel territorio.

Il credito d’imposta è commisurato alla quota del costo complessivo dei beni, nel limite massimo, per ciascun progetto di investimento, pari a 1,5 milioni di euro per le piccole imprese, a 5 milioni di euro per le medie imprese e a 15 milioni di euro per le grandi imprese.

L’agevolazione prevede un credito d’imposta nella misura massima del 45% per le piccole imprese, del 35% per le medie imprese e del 25% per le grandi imprese per le cinque regioni ammesse alla deroga 107.3a; è ridotto invece al 30% per le piccole imprese, al 20% per le medie imprese e al 10% per le grandi imprese per le aree delle tre regioni ammesse alla deroga 107.3c.

Sabatini 

Potenziata per le micro e piccole imprese del Sud. La Sabatini continuerà il suo cammino anche nel corso del 2020, grazie al rifinanziamento della misura contenuto nella manovra per il 2020. Oltre a questo, viene introdotta una maggiorazione dell’incentivo che interessa le aree del Mezzogiorno. In particolare, al fine di rafforzare il sostegno agli investimenti innovativi realizzati dalle micro e piccole imprese nelle Mezzogiorno, è prevista una maggiorazione al 100% per le micro e piccole imprese che effettuano investimenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Tale maggiorazione opererà nel limite di 12 milioni di euro per l’anno 2020, di 11 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2021 al 2024 e di 4 milioni di euro per l’anno 2025.

Credito d’imposta ricerca & sviluppo

al 50% nel Mezzogiorno

Il credito d’imposta per attività di ricerca e sviluppo, previsto dall’articolo 3 del decreto-legge 23 dicembre 2013, n. 145, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 febbraio 2014, n. 9, sarà concesso nella misura del 50% delle spese per investimenti in attività di ricerca e sviluppo effettuati fino al periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2020.

La manovra riserva questo potenziamento dello strumento alle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, senza peraltro riferimento al meccanismo incrementale.

La manovra per il 2020 prevede un impegno di 75 milioni di euro per il 2021 derivanti da questo potenziamento dell’incentivo a favore del Mezzogiorno. Tuttavia, la maggiorazione dovrà essere autorizzata dalla Commissione europea prima di poter diventare efficace, pertanto non basterà l’approvazione della manovra per il 2020 a dare il via a tale strumento

Cresci al Sud e Resta al Sud

È stato istituito il fondo denominato «Fondo cresci al Sud» a sostegno della competitività e della crescita dimensionale delle piccole e medie imprese, aventi sede legale e attività produttiva nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Al fondo, che avrà un orizzonte temporale di 12 anni, sono stati attribuiti 250 milioni di euro, ripartiti in una tranche di 150 milioni per l’anno 2020 e 100 milioni per il 2021, attingendo alle risorse stanziate per il fondo per lo sviluppo e la coesione per la programmazione 2014-2020 (articolo 1, comma 6, della legge 27 dicembre 2013, n. 147).

Sono, inoltre, apportate modifiche al requisito del limite di età per l’accesso al «Fondo Resto al Sud». Le variazioni hanno definito quale età rilevante al fine del rispetto dei requisiti di accesso, non più quella posseduta al momento della domanda, bensì quella posseduta alla data di entrata in vigore della legge n. 145 del 2018.


RAMSES GROUP

Azienda leader nel campo della Finanza Agevolata
è l’interlocutore privilegiato nei rapporti con 
Banche, Enti ed Istituzioni

Dott. Alfredo Castiglione – Tributarista – Revisore Legale
Presidente RAMSES GROUP
cell 335 7141926 castiglione@ramsesgroup.it

Dott.ssa Lucia Di Paolo – Commercialista – Revisore Legale
Direttore RAMSES GROUP
cell 349 4734793 dipaololucia@gmail.com

RAMSES GROUP ha sede a Pescara, in Via G. Parini n. 21
Chiama per informazioni allo 085 9493758 – 085 9495867
oppure invia una mail info@ramsesgroup.it Consulta le ultime news sulla finanza agevolata sul sito www.ramsesgroup.it

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.<br>Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.<br> Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi