Garanzia Italia: proroga ed estensione a sostegno della liquidità delle imprese

RAMSES GROUP NEWS n.129 – 1 dicembre 2020

Estesa al 30 giugno 2021 l’efficacia della garanzia SACE, prevista dal decreto Liquidità.

Ma le novità non si fermano qui. Il disegno di legge di Bilancio 2021, infatti, amplia e modifica lo strumento consentendo alle imprese di utilizzare “Garanzia Italia” per accedere a prestiti finalizzati anche alla rinegoziazione e al consolidamento di indebitamenti già esistenti.

Novità anche per le Mid Cap: dal 1° gennaio 2021 e fino al 30 giugno 2021, potranno accedere alla Garanzia alle condizioni agevolate oggi vigenti ovvero con concessione a titolo gratuito, percentuale di copertura del 90% e importo massimo dei finanziamenti fissato a 5 milioni di euro.

Il disegno di legge di bilancio 2021 interviene sull’operatività degli strumenti di garanzia previsti per fronteggiare la crisi finanziaria delle imprese colpite dagli effetti dell’attuale periodo di emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

In primis, è estesa al 30 giugno 2021 l’efficacia dello strumento previsto dal decreto Liquidità (D.L. n. 23/2020, convertito, con modificazioni, dalla l. n.40/2020) per sostenere, attraverso la garanzia di SACE S.p.A. e la controgaranzia dello Stato, la concessione, in favore di banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali, di finanziamenti sotto qualsiasi forma, per assicurare la liquidità alle attività economiche e d’impresa danneggiate dalla pandemia (Garanzia Italia).

Commissione UE e aiuti di Stato

L’attuale emergenza sanitaria, oltre a rappresentare una minaccia per la salute pubblica, genera ripercussioni fortemente negative, che si estendono non solo sulle economie dei singoli Paesi, ma anche sui sistemi economici mondiali nel loro complesso. Pertanto, tra gli interventi adottati in sede europea a sostegno dell’economia dell’UE e dei diversi Stati membri, rientra l’adozione di norme maggiormente flessibili in materia di aiuti di Stato.

In questa previsione la Commissione UE ha definito dei Quadri Temporanei (Temporary framework) in riferimento ai quali è consentito agli Stati membri di adottare misure di sostegno al tessuto economico in deroga alla disciplina ordinaria sugli aiuti di Stato.

Proroga della Garanzia SACE: chi può beneficiarne

Il disegno di legge di Bilancio 2021 introduce nel nostro ordinamento la proroga del regime di deroga alla disciplina europea in materia di aiuti di Stato, di cui alla “Quarta modifica del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza Covid”. Nell’ambito di questo contesto di riferimento si inserisce la citata proroga al 30 giugno 2021 della garanzia SACE e, più in generale, delle misure a sostegno della liquidità delle imprese previste dalla stessa Manovra 2021.

Con una dotazione finanziaria di 200 miliardi di euro la garanzia SACE costituisce uno strumento efficace per sostenere il fabbisogno di liquidità delle imprese, soprattutto le più grandi, colpite dall’epidemia. La garanzia può essere rilasciata, oltre che in favore di banche, istituzioni finanziarie e altri soggetti abilitati all’esercizio del credito in Italia, anche in favore delle imprese di assicurazione, nazionali o internazionali, autorizzate all’esercizio del ramo credito e cauzioni.

Questo per riconoscere l’importanza del ruolo svolto da questi soggetti a favore delle imprese italiane, sia in termini di sostegno alla liquidità aziendale che di supporto per l’ottenimento di commesse nazionali e internazionali.

Possono inoltre fruire delle garanzie SACE quelle imprese, che per far fronte alle proprie esigenze di liquidità, si avvalgono di strumenti alternativi ai finanziamenti, come i prestiti obbligazionari o altri titoli di debito. Possono beneficiare della garanzia le imprese di qualsiasi dimensione, fermo restando che le piccole e medie imprese devono aver esaurito il plafond massimo disponibile per ottenere coperture da parte del Fondo di garanzia PMI.

Il rilascio della garanzia segue una procedura articolata in varie fasi:

1. richiesta di finanziamento assistito da garanzia SACE da parte dell’impresa al soggetto finanziatore;

2. invio della richiesta di garanzia a SACE da parte del soggetto finanziatore;

3. esito della richiesta di garanzia SACE;

4. erogazione del finanziamento.

La tabella che segue illustra le garanzie a cui le imprese possono accedere, tenuto conto che per individuare il limite di importo garantito e la relativa percentuale di copertura si fa riferimento al valore del fatturato in Italia e dei costi del personale sostenuti in Italia, ovvero su base consolidata qualora l’impresa appartenga ad un gruppo:

Percentuali di massima garanzia
– 90% dell’importo del finanziamento per imprese con meno di 5.000 dipendenti in Italia e valore del fatturato fino a 1,5 miliardi di euro e importo massimo dei finanziamenti fissato a 5 milioni di euro
– 80% dell’importo del finanziamento per imprese con valore del fatturato tra 1,5 miliardi e 5 miliardi di euro o con più di 5.000 dipendenti in Italia
– 70% per le imprese con valore del fatturato superiore a 5 miliardi

Legge di Bilancio 2021, più ampio l’intervento di Garanzia Italia

Stante il protrarsi della situazione emergenziale ed il perdurare delle difficoltà economiche, la Manovra 2021 amplia e modifica lo strumento. Viene infatti consentito alle imprese di impiegare la Garanzia Italia per accedere a prestiti finalizzati anche alla rinegoziazione/consolidamento di indebitamenti già esistenti, pur in presenza di alcune limitazioni:

– il finanziamento deve contemplare l’erogazione di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 25% dell’importo del finanziamento oggetto di rinegoziazione;

– il rilascio della garanzia determini un minor costo e/o una maggior durata del finanziamento rispetto a quello oggetto di rinegoziazione.

Inoltre, la normativa specifica che l’erogazione, relativa alla quota destinata al consolidamento (o alla rinegoziazione) di finanziamenti concessi dai medesimi soggetti finanziatori, potrà non avvenire su apposito conto corrente così da consentire alla banca di effettuare eventuali compensazioni tra importi a debito e a credito.

In questa prospettiva di ampliamento dell’operatività di Garanzia Italia si inseriscono le previsioni di accesso da parte delle imprese ad uno strumento alternativo al finanziamento bancario, ed accessorio quindi alla garanzia sullo stesso, quale la cessione di credito pro soluto, che consentirebbe l’anticipazione dei flussi monetari relativi alla transazione commerciale.

Mid Cap e Granzia Italia

Il disegno di legge di Bilancio 2021 interviene anche sulle misure a sostegno della liquidità delle Mid Cap (middle-size capitalization), imprese di medie dimensioni, con un numero di dipendenti non inferiore a 250 e non superiore a 499.

A decorrere dal 1° gennaio 2021 e fino al 30 giugno 2021, è consentito alle Mid Cap di poter accedere allo strumento di Garanzia Italia, gestito da SACE S.p.A., alle condizioni agevolate vigenti oggi, più specificamente alla concessione delle garanzie a titolo gratuito, percentuale di copertura del 90% e importo massimo dei finanziamenti fissato a 5 milioni di euro.

In una prospettiva di continuità è previsto che questa categoria di imprese, al venire meno dell’operatività dello strumento di Garanzia Italia, continuerà a beneficiare di garanzie rilasciate da SACE S.p.A. a condizioni di mercato e con una percentuale di copertura dell’80%.

Fonte Ipsoa professionalità quotidiana


RAMSES GROUP

Specializzati in Finanza Agevolata e in Contributi a fondo perduto

Conoscenza. Competenza. Esperienza.

Per accedere alla Finanza Agevolata

con la conoscenza delle opportunità offerte dal sistema normativo 

con la competenza che porta a risultati certi

con l’esperienza, l’affidabilità e determinazione dei nostri professionisti

PER INFORMAZIONI SCRIVI A  info@ramsesgroup.it

CONTATTACI AI NUMERI T 085 9493758 – 085 9495867


RAMSES GROUP Scheda informativa

Finanza e Progetti

IL TUO CONSULENTE SU MISURA PER ACCEDERE AI FINANZIAMENTI 

E’ A DISPOSIZIONE PER L’ESPLETAMENTO DELLE PRATICHE PREVISTE

 con il suo TEAM ed i suoi ESPERTI  in innovazione aziendale, welfare e incentivi fiscali e finanziari è al fianco di qualsiasi tipo d’impresa in un percorso di crescita personalizzato. Da sempre Ramses Group finalizza i suoi  progetti alla sostenibilità aziendale e a valorizzare  le capacità e le competenze interne, le innovazioni relative a ciascun settore di attività e gli strumenti finanziari utilizzabili e realizzabili sulle singole realtà.

SEGUIAMO LA PREFATTIBILITA’ GRATUITA 

che consiste nell’analizzare il possesso da parte dell’azienda dei principali requisiti.

PROGETTIAMO, PREPARIAMO ed INOLTRIAMO

 la modulistica prevista.

ASSISTIAMO l’azienda 

in tutti i passaggi formali  previsti e necessari, la cui condizione  necessaria e imprescindibile per il successo dell’operazione.

SUPPORTIAMO l’azienda 

nella fase di rendicontazione e controllo ex post.

RESTIAMO AL FIANCO dell’azienda 

per qualsiasi controllo ex post.

Pagamento esclusivamente“Success Fee”


RAMSES GROUP

Dott. Alfredo Castiglione – Tributarista – Revisore LegaleIscritto sezione A del M.E.F.
Presidente RAMSES GROUP
cell 335 7141926 castiglione@ramsesgroup.it

Dott.ssa Lucia Di Paolo – Commercialista – Revisore LegaleIscritta sezione A del M.E.F.
Direttore RAMSES GROUP
cell 349 4734793 dipaololucia@gmail.com

RAMSES GROUP ha sede a Pescara, in Via G. Parini n. 21
Chiama per informazioni allo 085 9493758 – 085 9495867
oppure invia una mail info@ramsesgroup.it  Consulta le ultime news sulla finanza agevolata sul sito www.ramsesgroup.it

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.<br>Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.<br> Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi