CONTENZIOSO BANCARIO E FINANZIARIO – Tre importanti risultati dello STUDIO LEGALE ARGENTO partner della RAMSES GROUP 


CONTENZIOSO BANCARIO E FINANZIARIO

TRE IMPORTANTI RISULTATI DELLO 

STUDIO LEGALE ARGENTO PARTNER della RAMSES GROUP


Questo non significa che lo scopo sia fare causa alle banche; l’obiettivo principale è quello di anticipare la Banca nel contenzioso, agendo tempestivamente per risolvere il problema, elaborando una strategia ben pianificata e invertendo il rapporto di forza in cui, solitamente, è la Banca a rivestire il ruolo dominante.

Essere rapidi consente di trovare la soluzione più vantaggiosa (anche nei costi da sostenere), forti della consapevolezza di poter contestare ed opporre tutte le irregolarità e le illegittimità subite, che si possono trasformare da criticità in ottime opportunità per trattare alla pari.

Studio Legale Argento


Tribunale Civile di Teramo – Giudice Dott.ssa Silvia Codisposti – Ordinanza del 6.12.2023 – Sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo (nella fattispecie atto di precetto di pagamento di Euro 5.949.549,46 su mutuo fondiario)

Rapporto bancario di mutuo fondiario – Opposizione all’atto di precetto – Carenza di prova sulla titolarità del credito della società cessionaria con particolare riferimento alla carenza di legittimazione attiva della società cessionaria su cui ricade l’onere di dimostrare il trasferimento del credito – Erroneità del precetto sul calcolo delle somme dovute – Esigenza cautelare sottesa ai “gravi motivi” per il pericolo che l’esecuzione forzata possa danneggiare in modo grave il presunto debitore – Sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo in questione.

(segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del Foro di Pescara – Studio Legale Argento)

LINK Ordinanza Tribunale Teramo 6/12/2023


TRIBUNALE DI TERAMO – GIUDICE CARLA FAZZINI – SENTENZA PUBBLICATA IL 15.12.2023

OBBLIGHI INFORMATIVI DELLA BANCA IN TEMA DI INVESTIMENTI – OMESSO ASSOLVIMENTO DELL’ONERE DELLA BANCA D’AVER FORNITO CORRETTE INFORMAZIONI – OPERAZIONE NON APPROPRIATA – NATURA PRECONTRATTUALE O CONTRATTUALE DELLA RELATIVA RESPONSABILITÀ RISARCITORIA – RESPONSABILITA’ DA INADEMPIMENTO DEGLI OBBLIGHI INFORMATIVI DI LEGGE – ONERE DELLA PROVA POSITIVA INCOMBENTE EX ART. 23 TUF SULL’INTERMEDIARIO – CONDANNA AL RISARCIMENTO DEL DANNO CAUSATO AL CLIENTE

Poiché dall’“attrice” sono state formulate “censure afferenti la specifica operazione posta in esser tra le parti”, ne consegue che “l’allegato difetto informativo, in altre parole, non è stato dedotto con riguardo alle informazioni inerenti alla fase antecedente alla stipula del contratto quadro,  bensì in ordine alle specifiche operazioni poste a valle della stipula del contratto di consulenza, relative all’ordine di acquisto delle azioni emesse dall’istituto convenuto”, sicché “devono considerarsi del tutto irrilevanti i riferimenti effettuati dalla convenuta al fine di dar prova del proprio adempimento alle informazioni contenute nel contratto quadro sottoscritto dall’investitore, nonché quelle incluse nel sottoscritto documento sui rischi generali degli investimenti in strumenti finanziari, in quanto afferenti obblighi (antecedenti e) ulteriori rispetto a quelli la cui violazione è fatta valere specificamente con la domanda attorea”, trattandosi “di informazioni aventi portata del tutto generica, necessarie ma non sufficienti ad assolvere all’adempimento degli oneri informativi gravanti sull’intermediario.

Per “adempiere all’obbligo informativo ed al generale dovere di diligenza e correttezza, quindi, l’intermediario deve abbandonare ogni approccio formale e, al contrario, privilegiare una comunicazione “sostanziale”, vera, effettiva, “adattata” allo specifico cliente con il quale si rapporta”, mentre, “nel caso di specie manca la prova che l’intermediario, al di là dello schermo formalistico offerto dalle predette dichiarazioni, meramente di stile e di stampo generico” non risulta che “abbia assolto all’onere informativo in relazione alle specifiche caratteristiche e rischi del prodotto finanziario collocato, nonché in merito alla calibrazione del prodotto commercializzato alle caratteristiche del cliente a fronte delle specifiche contestazioni”.

Una volta “rilevata la violazione delle regole di comportamento che la legge pone a carico degli intermediari finanziari e considerato che parte attrice, con la sottoscrizione del prodotto finanziario per cui è causa, ha subito un danno e consegue la condanna della Banca alla “ripetizione” ex art. 2033 c.c. della somma di “€ 411.140,34” (S.e.&.o.) scaturente dalla differenza tra gli “€ 4.980.000,00” da essa complessivamente versati alla Banca a seguito della “sottoscrizione” dei “Moduli di sottoscrizione” dei “prodotti” della “SICAV” e gli “€ 4.568.859,66” che le sono stati “rimborsati” (cfr. Cass. Civ., Sez. I, 24.01.2014, n. 1511).

(segnalazione dell’Avv. Emanuele Argento del foro di Pescara – Studio Legale Argento)

LINK Sentenza Tribunale Teramo 15/12/2023


ORDINANZA 3

Tribunale Civile di L’Aquila – Giudice Relatore Dott.ssa Maura Manzi – Ordinanza del 13-19.12.2023 – Rigetto del reclamo e conferma del provvedimento impugnato con la sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo –

Rapporto bancario di conto corrente e mutuo – Opposizione all’atto di precetto – Carenza di prova sulla titolarità del credito della società cessionaria – La mancata produzione del contratto di cessione giustifica la sospensione del titolo azionato.

(segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del Foro di Pescara – Studio Legale Argento)

Nel caso in esame, la pubblicazione effettuata da … sulla Gazzetta Ufficiale non appare idonea ad assolvere la funzione pubblicitaria di cui sopra né tanto meno a consentire la prova della titolarità del credito azionato nella presente procedura.
Difatti, l’avviso de quo fa genericamente riferimento ai crediti che …….. avrebbe acquistato da ……. e, ai fini dell’individuazione dei crediti oggetto di cessione, reca un semplice riferimento temporale all’epoca in cui è sorto il rapporto giuridico e la mera indicazione delle caratteristiche dei crediti ceduti, indicati come “crediti deteriorati”, senza che tuttavia siano specificatamente individuate le condizioni sulla base delle quali l’istituto finanziario definisce un credito come “deteriorato”.
Nemmeno può rilevare in questa sede l’indicazione nella Gazzetta ufficiale del link che rimanda ad una pagina internet in cui sarebbero indicati specificamente i titoli ceduti, in quanto, in disparte la questione dell’attendibilita dello stesso, non sembra tuttavia che il titolo giudiziario azionato sia stato ivi indicato.
Quanto, infine, alle dichiarazioni di cessione rese reclamante deve osservarsi che le stesse sono parimenti inidonea alla prova della legittimazione attiva del creditore, trattandosi di atti unilaterali ai quali il debitore ceduto è del tutto estraneo.
Ne consegue che, allo stato e salvo diverse valutazioni che potranno essere fatte nella fase di merito, a valle di un giudizio di cognizione piena, deve ritenersi non adeguatamente provata la titolarità del diritto di credito azionato in tale sede.

LINK Ordinanza Tribunale L’Aquila 19/12/2023


La RAMSES GROUP e lo STUDIO LEGALE ARGENTO

che negli anni ha acquisito una grande esperienza riconosciuta nell’attività di contenzioso in materia bancaria, e sulla quale è in grado di fornire un’assistenza altamente specializzata e personalizzata che consente ai clienti di beneficiare di un servizio di consulenza tecnica, di redazione di perizie econometriche e assistenza personalizzata altamente competente e puntuale, in base alle esigenze e alle necessità del cliente, in grado di contrastare le banche alla pari nelle controversie

GARANTISCONO

Affidabilità onestàserietà e precisione 

Per risolvere le problematiche nei rapporti bancari dei clienti che si rivolgono a noi. 

Competenza e professionalità

Riscontrata dai risultati attesi ed ottenuti, sia nelle transazioni con gli Istituti di Credito sia nelle sentenze che nel tempo l’avv. Argento ha ottenuto nei Tribunali italiani a riprova della credibilità e della qualità delle consulenze fornite.

Dinamicità e sicurezza

Costantemente aggiornati nella evoluzione della giurisprudenza di merito e di legittimità agiamo con soluzioni di procedure sicure e prudenziali cercando di ridurre al minimo e non esponendo ad eventuali rischi i nostri Clienti in modo efficiente, tempestivo e conveniente con l’assoluta certezza della consulenza e dei dati contabili rielaborati e ricalcolati.

Metodologia

Ogni nostro cliente ha una sua specifica necessità ed esigenza con una sua specifica soluzione. Non abbiamo metodologie particolari ma solo un particolare metodo: onestà, serietà, per un  giusto approccio ai fondamenti della matematica finanziaria e della giurisprudenza ad essa collegata.


ORDINANZA 17.08.2023

IN DATA 17.08.2023 DINANZI IL TRIBUNALE CIVILE DI L’AQUILA OTTENUTA LA SOSPENSIONE DELL’ESECUZIONE / EFFICACIA ESECUTIVA DEL TITOLO AVANZATO DALLA BANCA CON ATTO DI PRECETTO (FATTISPECIE: CONTO CORRENTE E FINANZIAMENTO)

Tribunale Civile di L’Aquila – Giudice Dott. Giovanni Spagnoli – Ordinanza del 17.08.2023 – Sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo (nella fattispecie atto di precetto di pagamento somme su conto corrente e finanziamento)

Rapporto bancario di conto corrente e finanziamento – Opposizione all’atto di precetto – Carenza di prova sulla titolarità del credito della società cessionaria con particolare riferimento alla carenza di legittimazione attiva della società cessionaria su cui ricade l’onere di dimostrare il trasferimento del credito – Erroneità del precetto con riferimento al calcolo della liquidazione dei compensi  professionali del difensore ai sensi del D.M. 55/2014 – Esigenza cautelare sottesa ai “gravi motivi” per il pericolo che l’esecuzione forzata possa danneggiare in modo grave il debitore, con necessario riferimento alla probabile fondatezza dell’opposizione – Sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo in questione (segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del Foro di Pescara – www.avvocatoargento.it).


 ORDINANZA  08.08.2023

IN DATA 08.08.2023 DINANZI IL TRIBUNALE CIVILE DI L’AQUILA OTTENUTA LA SOSPENSIONE DELL’ESECUZIONE / EFFICACIA ESECUTIVA DEL TITOLO AVANZATO DALLA BANCA CON ATTO DI PRECETTO (FATTISPECIE: CONTO CORRENTE E FINANZIAMENTO)

Tribunale Civile di L’Aquila – Giudice Dott.ssa Maura Manzi – Ordinanza dell’8.08.2023 – Sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo (nella fattispecie atto di precetto di pagamento somme su conto corrente e finanziamento)

Rapporto bancario di conto corrente e finanziamento – Opposizione all’atto di precetto – Carenza di prova sulla titolarità del credito della società cessionaria con particolare riferimento alla carenza di legittimazione attiva della società cessionaria su cui ricade l’onere di dimostrare il trasferimento del credito – Erroneità del precetto con riferimento al calcolo della liquidazione dei compensi  professionali del difensore ai sensi del D.M. 55/2014 – Esigenza cautelare sottesa ai “gravi motivi” per il pericolo che l’esecuzione forzata possa danneggiare in modo grave il debitore, con necessario riferimento alla probabile fondatezza dell’opposizione – Sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo in questione (segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del Foro di Pescara – www.avvocatoargento.it).

Leggi anche:

CONTENZIOSO BANCARIO: DA PROBLEMA A STRUMENTO UTILE

CONTENZIOSO BANCARIO E FINANZIARIO – Solo alcuni dei risultati dello STUDIO LEGALE ARGENTO Partner della RAMSES GROUP

RAMSES GROUP e lo STUDIO LEGALE ARGENTO TRASFORMIAMO IL CONTENZIOSO BANCARIO DA PROBLEMA A STRUMENTO UTILE PER IL CLIENTE 

Compila subito senza impegno la scheda informativa e ti contatteremo il prima possibile

RAMSES GROUP Scheda informativa

Inserisci il tuo indirizzo email, così possiamo tenerti aggiornato.
In accordo con il Regolamento UE 2016/679 (GDPR) dichiaro di conoscere il diritto di cancellazione, integrazione, aggiornamento e rettifica dei miei dati. Autorizzo RAMSES GROUP srl al trattamento dei miei dati personali per iscrizione alla mailing list (Newsletter), creazione di elenchi telefonici e di gestione dati ed informazioni. Sono a conoscenza che: – i miei dati personali non sono condivisi con terzi, vengono custoditi in modo sicuro e utilizzati esclusivamente a fini non commerciali e per le finalità sopra riportate; – la Newsletter RAMSES GROUP informa sulle novità nel campo della Finanza agevolata, (Finanziamenti a fondo perduto, Bandi, Finanza Straordinaria, Miglioramento del Rating, ecc.); – il conferimento dei dati è facoltativo ma il mancato conferimento comporterà l’impossibilità di ricevere la Newsletter; – il Titolare del trattamento è: RAMSES GROUP srl con sede in Via Giovanni Parini n. 21 a Pescara; – il Responsabile del trattamento è RAMSES GROUP srl. Mi competono tutti i diritti previsti dal Regolamento UE 2016/679 (GDPR): in particolare, per chiedere di cancellare la mia iscrizione dalla mailing-list della Newsletter è sufficiente inviare una e-mail a redazione@ramsesgroup.it indicando nell’oggetto “Cancellatemi”. Preso atto di quanto sopra, il contraente presta consenso al trattamento dei dati.

RAMSES GROUP

Specializzati in Finanza Agevolata e in Contributi a fondo perduto

Per accedere alla Finanza Agevolata

con la conoscenza delle opportunità offerte dal sistema normativo 

con la competenza che porta a risultati certi

con l’esperienza, l’affidabilità e determinazione dei nostri professionisti

PER INFORMAZIONI SCRIVI A  info@ramsesgroup.it

CONTATTACI AI NUMERI T 085 9493758 – 085 9495867


Dott. Alfredo Castiglione – Tributarista – Revisore LegaleIscritto sezione A del M.E.F.
Presidente RAMSES GROUP
cell 335 7141926 castiglione@ramsesgroup.it

Dott.ssa Lucia Di Paolo – Commercialista – Revisore LegaleIscritta sezione A M.E.F.
Direttore RAMSES GROUP
cell 349 4734793 dipaololucia@gmail.com

RAMSES GROUP ha sede a Pescara, in Via G. Parini n. 21
Chiama per informazioni allo 085 9493758 – 085 9495867
oppure invia una mail info@ramsesgroup.it  Consulta le ultime news sulla finanza agevolata sul sito www.ramsesgroup.it

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi