Legge 231

Il Decreto Legislativo 8/06/2001 n.231 recante ” Disciplina della responsabilità delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica, a norma dell’art. 11 delle legge 29/09/2000 n.300″ ha introdotto per la prima volta nel nostro ordinamento la responsabilità in sede  penale degli enti, che si aggiunge a quella della persona fisica che ha realizzato materialmente il fatto illecito, a vantaggio dell’organizzazione, o anche solamente nell’interesse dell’organizzazione, senza che ne sia  ancora derivato necessariamente un vantaggio concreto.

Quanto sopra vale sia che il reato sia commesso da soggetti in posizione apicale che da soggetti sottoposti all’altrui direzione, inclusi i soggetti non necessariamente in organigramma, come consulenti o procacciatori. La società non risponde, per espressa previsione legislativa,(art.5 comma 2 D.Lgs.231/2001), se le persone indicate hanno agito nell’interesse esclusivo proprio o di terzi.

Tutela dai rischi derivanti dal D.Lgs. 231/2001 e leggi correlate

D.Lgs. 231

I rischi sono numerosi I reati introdotti dalla legge 231 (ambiente, truffa ai danni dello Stato, aggiotaggio, corruzione, concussione, ecc.) prevedono provvedimenti seri: sanzioni pecuniarie altissime interdizione dell’azienda confisca delle proprietà responsabilità personale dell’amministratore delegato divieto di pubblicizzare beni o…
Leggi il seguito

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.<br>Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.<br> Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi