BONUS ALBERGHI: incentivo rafforzato con nuove modalità di fruizione

beige sofa set near green potted plant

RAMSES GROUP NEWS n. 109 – 23 Settembre 2020 

Con il decreto Agosto ritorna il credito d’imposta per la riqualificazione e il miglioramento delle strutture ricettive turistico-ricettive con una nuova modalità di fruizione: potrà essere liquidato in un’unica soluzione ed utilizzato esclusivamente in compensazione.

L’opportunità riguarda le imprese alberghiere, le strutture che svolgono attività agrituristica, le strutture ricettive all’aria aperta e le strutture termali. Per queste ultime il beneficio compete anche per la realizzazione di piscine termali e per l’acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali. L’agevolazione è riconosciuta nella misura del 65% delle spese sostenute nei due periodi di imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2019 e quindi nel 2020 e il 2021 per i soggetti con periodo di imposta coincidente con l’anno solare.

Torna il credito d’imposta introdotto dal D.L. n. 83/2014 (art. 10) per il triennio 2014-2016 e prorogato, con alcune modifiche, anche per gli anni 2017 e 2018 dalla legge di Bilancio 2017: dopo un anno di stop, l’incentivo viene riproposto e rafforzato dal decreto Agosto (D.L. n. 104/2020, art. 79).

A disposizione 180 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021. Con decreto del Ministro dei beni e delle Attività culturali e del turismo – che dovrebbe essere emanato entro fino agosto/inizio settembre (15 giorni successivi alla data di entrata in vigore del decreto Agosto, avvenuta il 15 agosto 2020) – dovranno essere adeguate le disposizioni attuative dell’agevolazione, dettate da ultimo dal decreto interministeriale 20 dicembre 2017 n. 598.

Soggetti beneficiari tra conferme e novità

Con riferimento all’ambito soggettivo, il decreto Agosto conferma alcuni aspetti delle precedenti versioni dell’agevolazione (dettate dall’articolo 10 del D.L. n. 83/2014, dalla legge di Stabilità 2016, dal D.L. n. 50/2017, art. 12-bis e dalle leggi di Bilancio 2017 e 2018), ma introduce anche alcune novità.

Dalla lettura combinata dell’articolo 10 del D.L. n. 83/2014 e dell’articolo 79 del decreto Agosto, viene confermata l’ammissione al credito d’imposta delle imprese alberghiere. Secondo quanto indicato nel predetto decreto interministeriale n. 598/2017, per “struttura alberghiera” deve intendersi una struttura aperta al pubblico, composta da non meno di 7 camere per il pernottamento degli ospiti, a gestione unitaria e con servizi centralizzati, che fornisce alloggio, eventualmente vitto ed altri servizi accessori, in camere situate in uno o più edifici. Sono strutture alberghiere:

– gli alberghi;

– i villaggi-albergo;

– le residenze turistico-alberghiere;

– gli alberghi diffusi;

– le strutture individuate come “alberghiere” dalle specifiche normative regionali.

Il decreto Agosto conferma tra i beneficiari del credito d’imposta anche le strutture che svolgono attività agrituristica, come definita dalla l. n. 96/2006 e dalle pertinenti norme regionali (soggetti già ammessi all’agevolazione con la legge di Bilancio 2017, articolo 1, commi da 4 a 7).Si rileva che, ai sensi dell’articolo 10 del D.L. n. 83/2014 e del decreto interministeriale n. 598/2017, sono ammesse le strutture alberghiere e gli agriturismi esistenti alla data del 1° gennaio 2012. Tale condizione, dovrebbe essere confermata anche per la nuova edizione dell’agevolazione.

Il decreto Agosto, infatti, prevede che per quanto non diversamente disposto si devono osservare le disposizioni di cui all’articolo 10 del D.L. n. 83/2014. Sul punto tuttavia si attende conferma dal decreto di aggiornamento del decreto interministeriale n. 598/2017.

Il decreto Agosto riconosce il credito d’imposta anche agli stabilimenti termali di cui all’articolo 3 della l. n. 323/2000. Anche in tal caso si tratta di una conferma: le strutture termali erano state aggiunte tra i soggetti beneficiari dell’agevolazione dalla legge di Bilancio 2018. Ai sensi dell’articolo 3 della l. n. 323/2000, sono considerate strutture termali quelle aziende che:- risultano in regola con l’atto di concessione mineraria o di subconcessione o con altro titolo giuridicamente valido per lo sfruttamento delle acque minerali utilizzate;

– utilizzano, per finalità terapeutiche, acque minerali e termali (delle quali sono state riconosciute le proprietà terapeutiche) nonché fanghi, sia naturali sia artificialmente preparati, muffe e simili, vapori e nebulizzazioni, stufe naturali e artificiali;

– sono in possesso dell’autorizzazione regionale, rilasciata ai sensi dell’articolo 43 della Legge n. 833/1978;

– rispondono ai requisiti strutturali, tecnologici ed organizzativi minimi definiti ai sensi dell’articolo 8, comma 4, del D.Lgs. n. 502/1992, e successive modificazioni.Novità assoluta per la nuova edizione dell’agevolazione è l’ammissione al beneficio anche delle strutture ricettive all’aria aperta.

In attesa di indicazioni più precise da parte del decreto di aggiornamento del decreto interministeriale n. 598/2017, in tale definizione dovrebbero rientrare:

– i campeggi;

– i villaggi turistici;

– le aree di sosta;

– i parchi vacanza.

Quali sono gli interventi agevolabili

Quanto all’ambito oggettivo, il decreto Agosto non specifica in dettaglio le tipologie di interventi agevolabili. Tuttavia, considerato il rimando all’articolo 10 del D.L. n. 83/2014, il credito di imposta dovrebbe essere riconosciuto per:

– interventi di manutenzione straordinaria interventi di manutenzione straordinaria di cui all’articolo 3, comma 1, lettera b) del D.P.R. n. 380/2001;

– interventi di restauro e di risanamento conservativo di cui all’articolo 3, comma 1, lettera c) del D.P.R. n. 380/2001;

– interventi di ristrutturazione edilizia di cui all’articolo 3, comma 1, lettera d) del D.P.R. n. 380/2001;

– interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;- interventi di incremento dell’efficienza energetica;

– acquisto di mobili e componenti d’arredo.Per gli stabilimenti termali, invece, viene espressamente previsto che il beneficio compete anche per la realizzazione di piscine termali e per l’acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali.Si evidenzia che, secondo la versione dell’agevolazione dettata dalla legge di Bilancio 2017, il credito di imposta spettava anche per interventi di riqualificazione antisismica di cui all’articolo 16-bis, comma 1, lettera i), del TUIR. Sul punto si attendono indicazioni più precise dal decreto di aggiornamento del decreto interministeriale n. 598/2017.

Validità e misura del credito d’imposta

Il decreto Agosto ripropone il credito d’imposta per le spese sostenute nei due periodi di imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2019 (2020 e 2021 per i soggetti con periodo di imposta coincidente con l’anno solare).

La misura prevista è la medesima di quella fissata dalla legge di Bilancio 2017, pari al 65% delle spese ammissibili (per il triennio 2014-2016, invece, ai sensi dell’articolo 10 del D.L. 83/2014, il beneficio era pari al 30%).

In base al comma 3 dell’articolo 10 del D.L. n. 83/2014, il credito d’imposta è riconosciuto in “de minimis” ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 e fino a un massimo di 200.000 euro. Il totale delle spese agevolabili, pertanto, non può superare la somma di 307.693,30 euro.

Nuova modalità di fruizione

Un’importante novità introdotta dal decreto Agosto rispetto alle precedenti edizioni riguarda la modalità di fruizione dell’agevolazione. Secondo quanto indicato al comma 1 dell’articolo 79 e come specificato nella relazione illustrativa al decreto legge, il credito d’imposta è liquidato in un’unica soluzione e dovrà essere utilizzato esclusivamente in compensazione. Nel triennio 2014-2016, invece, ai sensi dell’articolo 10 del D.L. 83/2014, il beneficio doveva essere suddiviso in 3 quote annuali di pari importo, mentre nella seconda edizione prevista dalla legge di Bilancio 2017, valida negli anni 2017 e 2018, il bonus doveva essere ripartito in 2 quote annuali di pari importo.

Da definire le modalità di accesso e assegnazione

Un aspetto che dovrà essere definito dal decreto di aggiornamento del decreto interministeriale n. 598/2017 riguarda le modalità di accesso all’agevolazione.Ai sensi del suddetto decreto interministeriale n. 598/2017, le imprese interessate devono presentare al Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, in via telematica, apposita domanda.Il decreto di aggiornamento del decreto interministeriale n. 598/2017 dovrà chiarire le modalità di assegnazione delle risorse disponibile. Nelle precedenti edizioni, l’assegnazione è avvenuta con il contestato meccanismo del click day, in base all’ordine cronologico presentazione delle domande.

Caratteristiche del credito d’imposta

Soggetti beneficiari– Strutture ricettive turistico-alberghiere- Strutture che svolgono attività agrituristica come definite dalla legge 96/2006 e dalle pertinenti norme regionali- Strutture termali- Strutture ricettive all’aria aperta.
Interventi agevolabili– Interventi di riqualificazione e di miglioramento delle strutture ricettive turistico-ricettive- stabilimenti termali: ammesse anche le spese per la realizzazione di piscine termali e per l’acquisizione di attrezzature e apparecchiature necessarie per lo svolgimento delle attività termali.
Misura credito di imposta65% delle spese sostenute.
ValiditàI due periodi di imposta successivi a quello in corso al 31 dicembre 2019 (2020 e 2021 per i soggetti con periodo di imposta coincidente con l’anno solare).
Risorse disponibili180 milioni di euro per ciascuno degli anni 2020 e 2021.
Cosa mancaDecreto di aggiornamento delle disposizioni attuative dell’agevolazione.

FONTE IPSOA


RAMSES GROUP

Specializzati in Finanza Agevolata e in Contributi a fondo perduto

Conoscenza. Competenza. Esperienza.

Per accedere alla finanza agevolata, 

con la conoscenza delle opportunità offerte dal sistema normativo 

con la competenza che porta a risultati certi

con l’esperienza, l’affidabilità e determinazione dei nostri professionisti

PER INFORMAZIONI SCRIVI A  info@ramsesgroup.it

CONTATTACI AI NUMERI T 085 9493758 – 085 9495867


RAMSES GROUP

Finanza e Progetti

IL TUO CONSULENTE SU MISURA PER ACCEDERE AI FINANZIAMENTI 

E’ A DISPOSIZIONE PER L’ESPLETAMENTO DELLE PRATICHE PREVISTE

 con il suo TEAM ed i suoi ESPERTI  in innovazione aziendale, welfare e incentivi fiscali e finanziari è al fianco di qualsiasi tipo d’impresa in un percorso di crescita personalizzato. Da sempre Ramses Group finalizza i suoi  progetti alla sostenibilità aziendale e a valorizzare  le capacità e le competenze interne, le innovazioni relative a ciascun settore di attività e gli strumenti finanziari utilizzabili e realizzabili sulle singole realtà.

SEGUIAMO LA PREFATTIBILITA’ GRATUITA 

che consiste nell’analizzare il possesso da parte dell’azienda dei principali requisiti.

PROGETTIAMO, PREPARIAMO ed INOLTRIAMO

 la modulistica prevista.

ASSISTIAMO l’azienda 

in tutti i passaggi formali  previsti e necessari, la cui condizione  necessaria e imprescindibile per il successo dell’operazione.

SUPPORTIAMO l’azienda 

nella fase di rendicontazione e controllo ex post.

RESTIAMO AL FIANCO dell’azienda 

per qualsiasi controllo ex post.

Pagamento esclusivamente

“Success Fee”


PER INFORMAZIONI SCRIVI A  info@ramsesgroup.it

CONTATTACI

AI NUMERI T 085 9493758 – 085 9495867


RAMSES GROUP

Dott. Alfredo Castiglione – Tributarista – Revisore Legale
Presidente RAMSES GROUP
cell 335 7141926 castiglione@ramsesgroup.it

Dott.ssa Lucia Di Paolo – Commercialista – Revisore Legale
Direttore RAMSES GROUP
cell 349 4734793 dipaololucia@gmail.com

RAMSES GROUP ha sede a Pescara, in Via G. Parini n. 21
Chiama per informazioni allo 085 9493758 – 085 9495867
oppure invia una mail info@ramsesgroup.it  Consulta le ultime news sulla finanza agevolata sul sito www.ramsesgroup.it

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile.<br>Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi cookie sul tuo dispositivo.<br> Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi